Roma, 26 mag. (askanews) - Il segretario del PD Nicola Zingaretti rivendica il successo del suo partito che è secondo nei risultati delle elezioni europee, sia pure attorno al 22% mentre la Lega supera il 30%. Soprattutto sottolinea però che il successo della Lega non corrisponde a un successo delle forze sovraniste in tutta Europa e rivendica la posizione prioritaria che il PD avrà all'interno del gruppo progressista del PSE.

"L'altro dato che a mio giudizio va sottolineato guardando ai dati che vengono da tutta Europa è che l'aggressione sovranista alle istituzioni europee è fallita, l'esatto opposto di quanto ho ascoltato in tanti commenti. Dentro il parlamento europeo c'è un'ampia, solida maggioranza che vuole cambiare l'Europa ma rilanciare il grande sogno europeo. E questo colloca le forze sovraniste anche italiane in una condizione di marginalità rispetto alle grandi scelte europee dei prossimi giorni.La nostra delegazione nella famiglia progressista sarà fra le principali, la prima o seconda delegazione in questo gruppo europeo, e faremo di tutto per garantire all'Italia il ruolo che spetta a un grande paese come il nostro rispetto al rischio che sia rappresentato da forze che in Europa saranno minoritarie e marginalizzate".