Mondo

In Venezuela dietro ai rum più famosi ci sono donne

Roma, 8 mar. (askanews) - In Venezuela si fanno alcuni dei rum più famosi al mondo, anche grazie alla sua canna da zucchero, e due delle più grandi e premiate distillerie che lo producono hanno mastro miscelatrici donne.

Spetta a loro il delicato compito di stabilire il sapore e la giusta quantità delle miscele che compongono ogni bevanda. Una bottiglia, infatti è il prodotto di una combinazione di rum di diverse annate. E la qualità del rum dipende in parte dall'olfatto e dal palato di queste due donne, ormai famose in tutto il Paese.

Nel mondo questa professione è svolta soprattutto da uomini. Carmen Lopez de Bastidas, della Distilleria Carupano, ha 70 anni ed è considerata uno dei "nasi" migliori: "Non è stato facile per me, ho dovuto affrontare anche la convinzione che sia un lavoro maschile e io, come donna... Ho avuto molte difficoltà, tuttavia con il tempo ho imparato a gestirle".

Allo stesso modo, Nancy Duarte, 54 anni, esperta miscelatrice di rum alla distilleria Santa Teresa: "C'era un po' di gelosia perché ero vista come 'una ragazzina che non sa niente', racconta. "Ma oggi mi sento orgogliosa prima di tutto di essere venezuelana, poi di essere in un'azienda che mi ha dato l'opportunità di evolvere e diventare una professionista. E di poter educare la nuova generazione".

Entrambe sono d'accordo sul fatto che le donne abbiano una sensibilità maggiore e cerchino la bellezza anche in sapori e odori; e soprattutto concordano su un'altra cosa: il rum non è affatto una bevanda per soli uomini.

Riproduzione riservata ©
loading...