Mondo

In migliaia in piazza a Teheran contro i “crimini” Usa

di Alessia Tripodi

Dopo l'uccisione da parte degli Stati Uniti del generale iraniano Soleimani, decine di migliaia di persone sono scese in piazza a Teheran per protestare contro “i crimini” Usa. “L'eroe Soleimani oggi è con Dio” è uno degli slogan scanditi dai manifestanti che hanno sfilato in corteo dopo la preghiera del venerdì. Più volte dalla folla si sono levate anche le grida di “Morte all'America”. “Gli americani in tutto il mondo non avranno più pace”, ha affermato durante il sermone l'ayatollah Seyed Ahmad Khatami, guida della preghiera collettiva, citato dalla televisione iraniana. A Kerman, città natale di Soleimani nel sud-est del Paese, una folla di manifestanti si è radunata davanti alla casa del generale. Manifestazioni analoghe si sono svolte in altre città, tra cui Qom e Tabriz (video Afp)

Per approfondire:
Attacco Usa all'aeroporto di Baghdad, ucciso il generale iraniano Soleimani. Teheran promette vendetta

Chi era Soleimani, il generale più temuto in Medio Oriente

Come ha fatto l'Iraq a diventare il cortile di casa del rivale Iran
Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione