Lipetsk (Russia), 20 mar. (askanews) - Riscaldare la Russia è un compito ambizioso. Lo sa bene Fondital, società italiana che produce radiatori in alluminio da più di 40 anni, ovvero i caloriferi. Un prodotto apparentemente banale, ma complesso se completo di caldaia e offerto su un mercato molto esigente.

Con un investimento di 20 milioni di euro nella prima fase, Fondital ne prevede altri 10 per la realizzazione della fonderia.

Valeria Niboli, Operation manager, spiega:

"Fondital è un azienda che lavora da più di trent anni in Russia e ha deciso cinque anni fa di investire nel suo mercato di riferimento. Abbiamo deciso di cogliere l opportunità per poter creare partnership con i nostri clienti e poter consolidare la nostra presenza, e far vedere la qualità dei nostri processi qui. Oggi abbiamo anche piacere di condividere questa nostra esperienza con tanti altri imprenditori e soprattutto con l ambasciatore Pasquale Terracciano, oltre che il dipartimento della Regione di Lipetsk".