Roma, (askanews) - È morto, "a seguito di una breve malattia" l'ex segretario generale dell'Onu Kofi Annan. Annan, nato in Ghana, aveva 80 anni ed è stato il primo africano nero a guidare le Nazioni Unite, per due mandati, dal 1997 al 2006. Nel 2001 l'ex segretario generale era stato insegnito del Premio Nobel per la Pace, assieme alle Nazioni Unite. L'ultimo incarico per l'Onu è stato nelle vesti di inviato speciale per la Siria, nel 2012.

Annan fu eletto grazie all'appoggio degli Stati Uniti, ma mantenne una notevole indipendenza durante il suo mandato, tanto che i rapporti con Washington si deteriorarono nel 2003, quando definì "illegale" l'invasione americana dell'Iraq. L'attuale numero uno delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, lo ha ricordato e gli reso omaggio con queste parole: "Era una forza che ci guidava verso il bene".

In una nota la Fondazione Annan ricorda che l'ex numero uno dell'Onu, anche dopo la fine dei suoi mandati, "ha continuato a lavorare senza sosta a favore della pace attraverso la presidenza della Fondazione e degli Elders, il gruppo fondato da Nelson Mandela".