BARCELLONA – La gara per la prossima generazione di smartphone evoluti, pensati per sfruttare le dimensioni dello schermo per le immagini e una migliore gestione delle app e della produttività è ufficialmente iniziata. Huawei scende nel campo dei foldable, i telefoni pieghevoli, con il Huawei Mate X. Quando il telefono è “chiuso”, e dunque usato nella sua dimensione inferiore, piegato su se stesso, ha uno schermo da 6,6 pollici, dunque abbondante. Una volta aperto diventa una sorta di tablet da 8 pollici. La tecnologia è brevettata e Richard Yu, il capo della divisione consumer di Huawei, ha spiegato sul palco del Mobile World Congress di Barcellona che è il frutto di un lavoro di ricerca e sviluppo di tre anni.
PER SAPERNE DI PIU’
- Huawei Mate X: ecco lo smartphone pieghevole che sfida Samsung. Costa 2.299 euro
- Smartphone, arriva Xiaomi e cresce più di Huawei: da maggio un 5G a meno di 600 euro
- Samsung Galaxy Fold: il telefonino pieghevole in vendita da maggio a 2mila euro