Tecnologia

Spazio, il radiotelescopio di Arecibo a Porto Rico sta crollando

Arecibo, 1 dic. (askanews) - È la fine di un'epoca: lo storico radiotelescopio di Arecibo, a Porto Rico, fino al 2016 considerato il più grande del mondo, con la sua antenna da 305 metri di diametro, sta pian piano collassando su se stesso.

La decisione di abbandonarlo e smantellarlo era stata presa dalla la National Science Foundation (Nsf) americana a fine novembre 2020 a causa dei troppi danni riportati in seguito a un primo incidente avvenuto nell'agosto 2020, quando il cedimento di uno dei cavi di supporto della struttura aveva distrutto parte della parabola.

Per la Nsf i problemi della struttura, costruita tra il 1960 e il 1963 e che, negli ultimi 57 anni ha scandagliato ogni angolo del Cosmo dando un incomparabile contributo alla ricerca scientifica, sono stati ritenuti incompatibili con un suo recupero, anche perché i lavori sarebbero stati eccessivamente onerosi e rischiosi e avrebbero messo a repentaglio la sicurezza del personale.

Sono state tentate tutte le strade per cercare di recuperare la struttura ma tutte le aziende interpellate hanno rilevato che anche in caso fossero state possibili le riparazioni, la struttura avrebbe probabilmente presentato comunque problemi di stabilità nel lungo periodo.

Inoltre, il 6 novembre 2020 c'è stato un secondo incidente; ha ceduto un altro cavo ed è stato il preludio alla decisione di abbandonare definitivamente lo storico radiotelescopio, dal costo di 12 milioni di dollari all'anno che, per decenni, è stato anche il simbolo del progetto SETI (Search for Extra-Terrestrial Intelligence) per la ricerca di intelligenze extraterrestri nel Cosmo.

Nel 1997 era presente anche nel film "Contact" di Robert Zemeckis con Jodie Foster in cui si parla proprio di un primo contatto con una remota civiltà aliena.

Riproduzione riservata ©
loading...