Tecnologia

Mobilità green, a Bolzano la prima flotta di bus a Idrogeno verde

Bolzano, 13 mag. (askanews) - A Bolzano entra in servizio la prima flotta italiana di 12 Bus elettrici per il trasporto urbano alimentati a Idrogeno verde; un grande passo avanti nel settore della mobilità eco-compatibile.

Questi nuovi bus hanno 2 motori elettrici dalla potenza di 110 kW ciascuno e sono basati su una tecnologia innovativa che combina l'utilizzo di batterie ad alta prestazione e celle a combustibile; non producono alcuna emissione inquinante se non calore e vapore acqueo e hanno 350 chilometri di autonomia.

Dopo i prototipi di prova, quindi, entrano ufficialmente in servizio i 12 mezzi prodotti dalla Solaris per la Sasa, società in-house della Provincia Autonoma di Bolzano, gestore del trasporto pubblico su strada. Obiettivo: ridurre le emissioni della mobilità urbana e, soprattutto, realizzare un corridoio di mobilità eco-sostenibile che colleghi Sud e Nord Europa. I dettagli nelle parole di Daniel Alfreider assessore a Infrastrutture e Mobilità della Provincia di Bolzano e Petra Piffer, direttrice della Sasa.

"Viviamo lungo l'asse del Brennero - ha spiegato Alfreider - uno dei collegamenti principali tra Germania e Italia e vogliamo partecipare a rendere questo corridoio più sostenibile e soprattutto dare la possibilità di investire anche in queste tecnologie come l'Idrogeno".

"La differenza rispetto a un mezzo a batteria - ha aggiunto Piffer - consiste nel fatto che l'elettricità invece di venire dalla spina viene prodotta nella cella a combustibile che dà forza alla batteria del veicolo".

La Provincia Autonoma dell'Alto Adige ha finanziato l'acquisizione della flotta assieme all Unione europea con 10,2 milioni di euro e ha cofinanziato, nell ambito del progetto MEHRLIN, la costruzione di una stazione di rifornimento di idrogeno direttamente presso il deposito autobus di Sasa a Bolzano Sud.

Riproduzione riservata ©
loading...