SOLDI IN TESTA

La underconfidence dei risparmiatori italiani

di Marco Lo Conte

Migliora l'educazione finanziaria degli italiani: secondo un'indagine della Banca d'Italia il livello medio di conoscenza in materia di risparmio è salito rispetto all'analoga indagine di tre anni fa. SI riduce il numero di italiani vulnerabili agli errori, ai costi eccessivi e alle truffe. Ma c'è un altro fenomeno da tenere sotto osservazione: una fetta importante di risparmiatori si sente inadeguato a gestire il proprio denaro, ritiene di avere un livello di educazione finanziaria inferiore alla media nonostante gli esiti dei test effettuati dicano il contrario. Quali rischi comporta tutto ciò e chi può risolvere questo problema? Questa videoanalisi per la serie Soldi in testa analizza la dinamica nel rapporto tra risparmiatore e industria finanziaria e il ruolo del Comitato Nazionale per l'Educazione Finanziaria.
Per approfondire
Le 4 tipologie di risparmiatori italiani e il bisogno di educazione finanziaria
Educazione finanziaria, un mese a passo di coronavirus
Riproduzione riservata ©
loading...