Trading

“Diversificazione geografica per dribblare l’inflazione”

di Rosalba Reggio

“Il 2022 sarà caratterizzato da crescita debole e inflazione galoppante, alla luce di ciò sarà fondamentale la scelta delle aree geografiche nella quali investire. L'Europa, si dimostra più a rischio, perché esposta a una forte inflazione generata soprattutto dal settore energetico. Negli Stati Uniti, invece l'impatto della crisi energetica sarà molto meno forte”. Il commento di Roberto Rossignoli, Portfolio Manager di Moneyfarm.
Riproduzione riservata ©
loading...