Radiocor

Welfare: Cimbri, calo della natalità sia al centro delle politiche di investimento in Italia

“Il tema del calo della natalità è comune a tutte le democrazie avanzate e penso che debba essere al centro delle politiche di investimento dell'Europa, e soprattutto dell'Italia” ha sottolineato Carlo Cimbri, presidente del Gruppo Unipol in occasione del Welfare Italia Forum 2022, l'appuntamento del think tank creato dal gruppo Unipol in collaborazione con The European House Ambrosetti. Il rapporto ha messo in evidenza l'incremento della spesa pubblica per il welfare che ha raggiunto i 165 miliardi di euro nel 2022 e che è ancora impegnata per quasi il 50% dalle risorse destinate alla previdenza. Nello scenario peggiore, secondo le proiezioni delle Nazioni Unite, l'Italia potrebbe conoscere una riduzione della popolazione anche di 10,5 milioni di unità nel 2050 mentre già nel 2035 il numero di pensionati potrebbe superare quello degli occupati. “Quello dell'inverno demografico – ha spiegato Cimbri - è il principale problema da affrontare per garantire un livello di welfare a cui sono state abituate le generazioni precedenti”.
Riproduzione riservata ©
loading...