Radiocor

Una riforma del Ssn per garantire equità dalle Alpi alla Sicilia

di Ernesto Diffidenti (Sanita'24-Il Sole 24 Ore Radiocor)

“L'eredità che ci lascerà il Covid-19 non deve essere solo dolore e spavento ma un sistema sanitario rinnovato e rafforzato in quei principi di universalità, uguaglianza ed equità che hanno fatto grande la nostra sanità nel mondo”. Lo afferma Elisa Pirro, capogruppo del MoVimento 5 Stelle nella commissione Igiene e Sanità del Senato che auspica un riforma del Ssn a partire dal territorio ”per tornare ad avere un servizio sanitario nazionale univoco, dalle Alpi alla Sicilia, in cui ad ogni cittadino venga garantito il sistema migliore di cure”. Fulcro della riforma, dunque, ha aggiunto Pirro partecipando ad una tavola rotonda organizzata da Assosalute dovranno essere i medici di base e i pediatri di libera scelta estendo anche il ruolo delle farmacie “ma sempre sotto stretto controllo medico”.
Riproduzione riservata ©
loading...