Radiocor

Sanità post Covid, i medici chiedono risorse adeguate

di Barbara Gobbi (Sanità24)

Non c'è innovazione senza risorse: sarà possibile rilanciare il Servizio sanitario nazionale soltanto con un'iniezione appropriata di personale, che va adeguatamente supportato e messo nelle condizioni di lavorare in piena sinergia. Ne è convinto il presidente della Federazione degli Ordini dei medici e degli odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, intervenuto al convegno “Diagnosi e terapie: come riaprire le porte d'accesso al Ssn”, organizzato a Roma da Egualia, l'Associazione dai produttori di farmaci generici/equivalenti. C'è una pandemia silenziosa, spiega Anelli, che colpisce i pazienti “non Covid” alle prese con liste d'attesa oggi ancora più lunghe e milioni di mancate diagnosi. Per superarla serve un cambio di passo rispetto alle politiche di tagli lineari attuate sul Ssn prima del Covid e occorre un investimento deciso su medici, infermieri e operatori sanitari.
Riproduzione riservata ©
loading...