Radiocor

Regioni alla guida di sviluppo economico e ricerca di nuovi mercati

Per far ripartire l'Italia bisogna valorizzare il ruolo delle Regioni, che conoscono a fondo le diversità dei propri territori e le esigenze degli imprenditori che su quei territori operano. Lo ha sottolineato Mirco Carloni coordinatore della Commissione Sviluppo Economico - vicepresidente della Regione Marche, durante il meeting nazionale della commissione sviluppo economico della Conferenza delle Regioni e delle province autonome che si è svolto a Senigallia. L'insieme di queste peculiarità e specificità territoriali formano la ricchezza del Paese e vanno sostenute e rafforzate per rigenerare il tessuto economico nazionale, sensibilmente provato dall’instabilità degli attuali contesti geopolitici. Come è avvenuto durante la pandemia quando le Regioni hanno dato un grande contributo al Governo nazionale nella gestione delle chiusure, delle riaperture e dei ristori, in questo periodo d'instabilità dovuto alla guerra in Ucraina, per sostenere e rilanciare le attività economiche chi conosce meglio ed è più vicino al territorio, avendo un quadro più definito del tessuto imprenditoriale, deve poter maggiormente incidere sulle decisioni prese a livello nazionale. Ci sono due grandi opportunità di contribuzione pubblica, da un lato il Pnrr e dall'altro i fondi Por Fesr insieme a tutti gli altri finanziamenti europei del settennato 2021-2027: questi fondi vanno gestiti sapendo leggere le realtà territoriali in modo adeguato e rapido, sapendo anche cambiare, perché rispetto agli scenari di quando sono stati programmati molto è cambiato.
Riproduzione riservata ©
loading...