Radiocor

La Borsa, gli indici del 17 settembre 2021

Le scosse tecniche dovute alle quattro streghe (le scadenze trimestrali di future e opzioni) e l’inflazione europea sopra le previsioni nel mese di agosto (3%) tornano a far scendere le Borse europee fin qui protagoniste di un mese di settembre fiacco con gli investitori gia’ proiettati verso l’appuntamento della prossima settimana con la Federal Reserve. Al termine di una seduta volatile, come confermato dalla risalita del VStoxx sui mercati europei e dal Vix in Usa, tutti i principali indici azionari del Vecchio Continente hanno chiuso in chiara flessione con Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib allontanarsi ulteriormente da quota 26mila punti e perdere lo 0,98%. Diversi titoli penalizzati nelle ultime giornate sono stati al centro dei riacquisti a cominciare da Atlantia(+3%), Moncler(+2,5%) e Tim (+1,4%). sulla galassia Exor: Stellantis (-3,4%). Il petrolio, dopo cinque sedute di rialzo spinto dalla lenta ripresa della produzione Usa dopo gli uragani nel Golfo del Messico, e’ tornato a scendere anche per via di un dollaro in rafforzamento.
Per approfondire
La giornata di Borsa
Riproduzione riservata ©
loading...