Radiocor

La Borsa, gli indici del 12 ottobre 2021

Chiusura con il freno a mano tirato per le Borse europee nella seduta del 12 ottobre 2021, pur se sopra i minimi di giornata. Ancora una volta hanno pesato i rischi sull'inflazione globale, sottolineati anche dal Fondo monetario. E hanno inciso le preoccupazioni sulla Cina, con Evergrande ancora a rischio default. Così Milano ha finito in rialzo dello 0,23%, salvandosi anche grazie alla “promozione” del Fmi, che ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell'Italia, mentre ha abbassato quelle sul Pil globale e degli Stati Uniti. In discesa di circa 3 decimi Parigi, Francoforte e Londra. A Piazza Affari le migliori sono state Prysmian (+3,5%) e Diasorin (+2,7%), dopo i ribassi delle sedute precedenti. Si è messa in luce anche Saipem (+2,4%), dopo che JPMorgan ha consigliato l'acquisto e alzato l'obiettivo di prezzo. Sempre tra i petroliferi, in calo Tenaris ed Eni, con il greggio che ha rallentato la corsa. Infine spread in calo a 101 punti, uno meno della chiusura precedente.
Per approfondire
La giornata di Borsa
Riproduzione riservata ©
loading...