L'industria del welfare familiare è un settore trainante per il sistema paese: la spesa per servizi degli italiani è di 143,4 miliardi, pari all'8,3% del Pil. Lo attesta il secondo Rapporto sul bilancio di welfare delle famiglie italiane di Mbs Consulting. La spesa familiare per il welfare assorbe il 18,6% del reddito netto delle famiglie: + 4% rispetto al 2017. A fronte di un reddito annuo medio rilevato di 30.134 euro, le uscite per il welfare sono pari a 5.611 euro per nucleo familiare. La sanità è l'area di spesa più̀ rilevante: 37,7 miliardi nel 2018 e una spesa familiare media di 1.476 euro. È anche l'area di spesa in maggiore crescita: +11,9% sul 2017. Le spese per il lavoro - trasporti e pasti - sono la seconda area con 31,9 miliardi (+2,2%). La spesa media annua sostenuta da 16,7 milioni di famiglie con lavoratori è di 1.914 euro. L'assistenza agli anziani e alle persone bisognose è la terza area per dimensione: 27,9 miliardi, con un aumento del 10,3%. Spesa individuale: 13.300 euro per famiglia, con forte divario fra Nord (14.863 euro) e Sud 9.657 euro. L'altra area di spesa in forte crescita è l'istruzione: 10,5 miliardi, in incremento del 9,4%. Nel 2018 ogni famiglia italiana ha speso in media 5.611 euro: dai 3.206 euro per le famiglie più deboli ai 13.030 euro per quelle agiate.
PER SAPERNE DI PIÙ
Il welfare delle famiglie vale 143 miliardi: salute prima voce di spesa