È l'estinzione del reato dopo un determinato periodo di tempo senza che lo Stato si sia attivato per trovare il colpevole. Non si applica a reati di particolare gravità, per i quali è previsto l'ergastolo. Un emendamento del M5S al ddl anticorruzione esclude la prescrizione per qualsiasi tipo di reato dopo la sentenza di primo grado. Entrerebbe in vigore dal 2020. Nel 2005 le prescrizioni sono state 183.469, mentre nel 2016, ultimo anno disponibile, sono state 145.637, concentrate soprattutto nelle fase delle indagini preliminari (85.216). In testa ai reati prescritti
ci sono gli abusi edilizi, poi l'omesso versamento delle ritenute, la guida sotto l'effetto di alcol e senza patente e la truffa.
PER SAPERNE DI PIÙ
Prescrizione, Bonafede rilancia: «Nessun collegamento con la riforma del processo penale»

Prescrizione, intesa con rinvio al 2020 Di Maio esulta ma è ancora Salvini a vincere

Prescrizione: ecco tutto quello che bisogna sapere