La prima pagina di oggi
Leggi fino al 30/9 a soli 9,90 €Prima ti abboni, più leggi, più risparmiAbbonati

Italia

Vela, al via la prima Luiss Cup: studenti alla prova del mare

  • 02:37

Roma, 4 mag. (askanews) - Prima edizione per la Luiss Cup 2019. La regata si è svolta presso il circolo nautico Riva di Traiano a Civitavecchia, mettendo alla prova la capacità di concentrazione e i nervi saldi degli studenti che per la prima volta si sono cimentati in questa nuova disciplina. Con la vela passano a 17 le squadre sportive della Associazione sportiva Luiss che ha organizzato l'evento insieme a Cristiana Monina Nautical events e Classe Este24.

La regata ha permesso agli studenti di sviluppare e allenare capacità di problem solving e leadership in mare aperto al termine di una due giorni fatta anche di sessioni di team building e briefing tecnici. Da questo appuntamento si formerà il team velistico dell'associazione sportiva Luiss, che, aggiungendosi a quello delle altre discipline sportive presenti in ateneo, parteciperà in futuro a regate nazionali ed internazionali. Il direttore dell'Associazione sportiva Luiss, Paolo del Bene. "La rappresentazione della vela come resilienza e capacità d'aggregazione e di vincere all'intetrno di un team è stata determinante perché tutte le squadre Luiss hanno questa caratteristica e sanno l'importanza del gioco di squadra. Abbiamo iniziato questo percorso venti anni fa con una squadra di basket. Adesso le squadre sono 16 e gli sport 13".

All'iniziativa ha preso parte anche Matteo Miceli, campione di vela, primatista mondiale nella traversata da Dakar a Guadalupe. Il suo contributo è servito non solo ad illustrare agli studenti gli aspetti più tecnici della disciplina ma anche ad incoraggiarli in uno sport duro e faticoso. "Agli studenti dico: è difficile e impegantivo, ci si bagna, si prende freddo, ma si ha una soddisfazione incredbile a portare un mezzo al massimo delle proprie performance. Quindi io consiglio di perserverare, perché si possono raggiungere risultati incredibilmente belli".

E tra gli studenti, dopo questa prima uscita, l'entusiasmo è alle stelle. Vincenzo Avallone: "Quando ho saputo di questa iniziativa sono stato tra i primi a candidarmi. Se si formasse la squadra dell'università mi farebbe piacere rappresentare il mio ateneo.

L'introduzione di questo nuovo sport potrebbe dare sicuramente un valore aggiunto sia all'università sia a nuove esperienze a disposizione degli studenti".

Riproduzione riservata ©

Consigliati per te