Inaugurando l'Erasmus Welcome Week alla Sapienza di Roma, il rettore Eugenio Gaudio ha annunciato la partecipazione dell'ateneo romano a una nuova opportunità di internazionalizzazione finanziata dalla commissione europea. «È in arrivo il bando Ue sulle università europee transnazionali al quale parteciperemo in consorzio con altri atenei del Mediterraneo» ha detto il rettore, sottolineando che - oltre «alle reti strategiche in Europa» - la Sapienza sta «potenziando gli oltre 1.000 accordi internazionali che già abbiamo in tutti e cinque i continenti». Gaudio ha illustrato le partnership della Sapienza con Cina e India, gli accordi con Harvard e con l'università di Houston, spiegando che tali accordi «ci hanno portato ad avere oltre 8mila studenti stranieri e ad aumentare fino a 1.200 il numero dei giovani in Erasmus, numero che - continua - puntiamo ad aumentare, con l'obiettivo di arrivare a un 10% di stranieri sul totale degli iscritti alla Sapienza». Sul fronte interno, poi, affronta la questione del numero chiuso: «Noi difendiamo il diritto allo studio, che non è però diritto all'iscrizione».