Italia

Trent’anni fa la strage di Piazza Tienanmen

di Andrea Carli

Sono passati 30 anni: nella notte tra il 3 e il 4 giugno 1989 si consumò la strage di Tienanmen. I carri armati dell'Esercito di liberazione popolare cinese uccisero centinaia di persone. Il bilancio ufficiale parlò di 319 vittime, ma per la Croce Rossa furono molti di più. Erano soprattutto studenti provenienti da oltre 40 università che rivendicavano la democrazia. Accanto a loro, uniti nella protesta, operai, intellettuali e funzionari pubblici. Truppe corazzate furono inviate per disperdere i manifestanti. Deng Xiaoping, allora a capo della Commissione militare, ordinò di aprire il fuoco. La foto dello studente che, disarmato, si mette davanti a una colonna di carri armati è il simbolo di quella protesta.

PER SAPERNE DI PIÙ
Piazza Tienanmen 30 anni dopo: il silenzio assordante e il vuoto di memoria
Pechino, fermare protesta Tienanmen fu “scelta giusta”
Riproduzione riservata ©
loading...