Roma, 3 apr. (askanews) - "Sono intervenuta questa notte per evitare che la situazione degenerasse. C'era un clima molto pesante, un clima d'odio, la procura ha aperto un fascicolo proprio per odio razziale. È un clima molto pesante nel quartiere di Torre Maura, anche perché è stato gravato per tanti anni da problematiche e pressioni sociali. Sono intervenuta per tutelare i tanti cittadini onesti di quel quartiere, e i 33 bambini, perché sono bambini, che rischiavano la vita e l'incolumità personale". Lo ha spiegato la sindaca di Roma Virginia Raggi a margine della presentazione di una mostra in Campidoglio, riferendosi all assalto a un centro di accoglienza nel quartiere di Torre Maura, periferia Est di Roma, dove un gruppo di cittadini ha impedito il trasferimento di circa 75 rom accolti dalle strutture comunali e la distribuzione di cibo.

"Li stiamo ricollocando in altri centri all'interno di tutto il territorio cittadino, perché il dovere dell'amministrazione è quello di tutelare la vita e l'incolumità delle persone, cittadini bravi, onesti e 33 bambini. Non possiamo cedere all'odio razziale, non possiamo cedere contro chi continua a fomentare questo clima e continua a parlare alla pancia delle persone, mi riferisco a Casapound e Forza Nuova", ha sottolineato la sidnaca.