Su Netflix «Suburra». In otto episodi la seconda stagione del primo crime thriller italiano originale Netflix prodotto da Cattleya e Bartlebyfilm in collaborazione con Rai Fiction. La storia è ambientata nei quindici giorni che precedono le elezioni del nuovo sindaco di Roma, a tre mesi dalla fine della prima stagione. La battaglia tra criminalità organizzata, politici corrotti e Chiesa deviata è ancora più violenta e spietata. Protagonisti sempre Aureliano (l’attore del momento, Alessandro Borghi) e Spadino (Giacomo Ferrara), con Lele che diventa vice ispettore di polizia (Eduardo Valdarnini), assieme al volto del male Samurai (Francesco Acquaroli) e ad Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro), il politico che si lascia sedurre dal fascino del potere e mette da parte i suoi ideali