Genova (askanews) - "Il passaggio dal sistema dell'emergenza a quello della prevenzione è fondamentale. Quel che mi preme oggi però è il post emergenza, conteggiare i danni, valutare la possibilità di attivare il fondo di solidarietà della Ue. Io penso che il computo generale dei danni nelle varie regioni sia superiore ai 3 miliardi". Lo ha detto a Rapallo, in provincia di Genova, il ministro delle infrastrutture e dei Trasporti, Danilo, Toninelli, dopo aver visitato le zone della Liguria più colpite dall'ultima ondata di maltempo.

"La mia presenza ieri in Veneto e in Friuli e oggi in Liguria ha proprio il significato di portare a Roma le necessità dei territori e di dichiarare lo stato di emergenza per tante regioni. Penso che poi sia necessario nominare per ogni singola regione un commissario perché alcune emergenze vanno affrontate in quanto tali e non con procedure ordinarie". Ha proseguito il ministro delle infrastrutture e dei Trasporti.

"Le emergenze sono tante da Nord a Sud. Bisogna affrontarle nella stessa maniera in cui abbiamo affrontato il dramma di Genova. Quindi utilizziamo il modello Genova anche sulle tante altre emergenze. Risolviamo i problemi bene e velocemente" ha concluso Toninelli.