Roma (askanews) - "Il Governo sta predisponendo un provvedimento d'urgenza per Genova e per le infrastrutture, in grado di soddisfare al meglio le esigenze di una comunità duramente colpita. Si tratta di tutelare in primo luogo le persone e le imprese danneggiate". Lo ha annunciato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli nel corso delle comunicazioni alla Camera dei depuitati sul crollo del ponte Morandi.

Per la città, ha spiegato, "il Governo metterà in campo forme di aiuto in ordine alle rate dei mutui che molte famiglie sono costrette a pagare su immobili che non possono più abitare" e "aiuterà le imprese, ricadenti nell'area del crollo del ponte, a riprendere i cicli produttivi, prevedendo forme di agevolazione fiscale o incentivi alla temporanea delocalizzazione".

Per quanto riguarda le infrastrutture, ha proseguito Toninelli "già nelle prossime settimane istituiremo una banca dati, a livello centrale, che possa acquisire tutte le informazioni riguardanti lo stato e la manutenzione di tutte le nostre infrastrutture" per "passare dalla logica dell'emergenza alla logica della prevenzione".