Seoul, 20 feb. (askanews) - Dopo anni d'indiscrezioni, anticipazioni, ipotesi e un prototipo, Samsung ha presentato il suo primo smartphone dallo schermo pieghevole. È un cellulare che si apre e si chiude a libro, permettendo di raddoppiare la grandezza dello schermo e di trasformarsi in una sorta di minitablet. Si chiama Galaxy Fold: da chiuso è un normale telefono da 4.6 pollici, da aperto arriva fino a 7.3 pollici. Se si chiude il display, le app aperte verranno visualizzate in automatico su quello più piccolo. Ha sei telecamere, 512 giga di memoria e sarà messo in vendita a partire da maggio 2019 a un costo intorno ai 2mila euro, non per tutte le tasche.

Galaxy Fold ha aperto l'evento con cui l'azienda ha presentato tutte le sue novità, a partire dagli ultimi modelli di Galaxy S10, con il primo display Infnity-O con tecnologia Dynamic AMOLED che riduce al minimo i bordi e ha tutti i sensori integrati nello schermo e il lettore di impronte digitali ad ultrasuoni. Quattro le nuove versioni presentate: Galaxy S10, S10+, S10e e Galaxy 5G, che sarà in grado di connettersi alla rete 5g.