Roma, 5 feb. (askanews) - "Lo stadio si farà e porterà un miliardo di investimenti su Roma". Dalla sindaca di Roma è arrivata la risposta più attesa dai tifosi giallorossi. "Lo stadio della Roma si farà" e i cantieri potranno aprire già entro l'anno. Con questa introduzione la sindaca ha presentato in Campidoglio l'atteso studio del Politecnico di Torino relativo all'impatto sulla mobilità del progetto di stadio a Tor di Valle. Un parere positivo.

Nel suo studio il Politecnico ha evidenziato che il problema dell'impatto sul traffico c'è ma che "si può risolvere con un'offerta plurimodale", ha spiegato il coordinatore del gruppo di lavoro per il Politecnico di Torino Bruno Dalla Chiara.

Per l'ammodernamento della linea ferroviaria Roma-Lido, uno dei nodi fondamentali per garantire una mobilità sostenibile nell'area, la Regione Lazio ha già stanziato 180 milioni per potenziarla, ai quali si aggiungeranno 40 milioni di Roma Capitale.

A questo punto, se i dirigenti della Roma e i suoi tifosi possono tirare un sospiro di sollievo, la strada per la realizzazione dello stadio tuttavia è ancora lunga e piena di ostacoli.

Secondo il Codacons, che contro la realizzazione dell'opera ha presentato ricorso al Tar del Lazio, la relazione del Politecnico di Torino non fa altro che confermare come, allo stato attuale, sia del tutto improponibile realizzare la nuova struttura a Tor di Valle, a causa dei gravi problemi di mobilità".