Milano (askanews) - Il tema degli inceneritori non è nel contratto di governo. Anzi, Matteo Salvini è stato in "molte parti d'Italia dietro gli striscioni no inceneritori" e "abbiamo già abbastanza nemici per crearci tensioni tra di noi".

Sollecitato dai cronisti a margine di Futureland, Luigi Di Maio è tornato sulla questione della gestione dei rifiuti, che divide il governo.

"Abbiamo un problema complessivo di impatto sull'ambiente - ha osservato Di Maio - sappiamo benissimo che quando si è scritto il contratto di governo, non mi pare che nessuna delle due forze politiche abbia insistito per mettere gli inceneritori nel contratto, anzi io ero anche rincuorato dal fatto che Matteo Salvini è stato dietro gli striscioni no inceneritori in molte

parti d'Italia". Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio Luigi di Maio, a margine di Futureland a Milano. Abbiamo - ha aggiunto - già abbastanza nemici per crearci tensioni tra di noi".