I tecnici del Governo sono al lavoro per comporre il complesso puzzle della manovra autunnale. Il reddito di cittadinanza resta, con Flat tax e quota 100 per le pensioni, un obiettivo prioritario. Uno snodo chiave è rappresentato dalla riforma dei centri per l'impiego che costa 2 miliardi. Secondo stime tecniche, per la pensione di cittadinanza servirebbero inoltre più di 4 miliardi. Con una dote di 6 miliardi l'assegno di 780 euro sarebbe garantito a una platea non troppo ampia. Per limitare il ricorso all'extra-deficit le risorse potrebbe fermarsi a quota 2-2,5 miliardi.
PER SAPERNE DI PIÙ
Reddito di cittadinanza: servono 6 miliardi solo per poter partire