Le storie dei sopravvissuti, le voci dal territorio oggi che Genova è cambiata. Poi le istituzioni, le indagini della Procura, il dolore degli sfollati. Dodici volti che ne rappresentano molti di più, ma che insieme raccontano in video che cosa è successo quel giorno maledetto a Genova, il 14 agosto, un mese fa, e cosa nelle settimane successive.
Alla commemorazione che celebra un mese dalla tragedia del ponte Morandi, sarà presente il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al quale gli sfollati mandano un messaggio: “Le polemiche e il dibattito politico di questi giorni non ci interessano, vorremmo che ci dicessero quando possiamo rientrare a casa a prendere le nostre cose e cosa sarà del nostro futuro”. Sono le parole del presidente del Comitato degli sfollati della zona rossa, Franco Ravera.
Il videoracconto parte da Davide Capello, il portiere del Legino Calcio che viene salvato tra le lamiere della sua auto. Oppure Gianluca Ardini, che resta per 4 ore aggrappato alla sua auto con la cintura di sicurezza fino a essere salvato dai Vigili del Fuoco. Che scavano, scavano tutta la notte nel calcestruzzo. “Una scena di guerra”. La tragedia si accompagna presto a un duro scontro tra il governo e il concessionario, Autostrade. Mentre si infiamma il dibattito sulle responsabilità, la Procura iscrive 20 persone sul registro degli indagati. Renzo Piano regala alla città un progetto di ponte. E i cittadini raccontano com'è cambiata la viabilità senza il ponte: “Come viviamo? Guardate il traffico. Io abito qui e in alcuni momenti della giornata è difficile fare anche solo pochi metri”, spiega un residente di ponte Garigliano.


PER SAPERNE DI PIU’
Decreto Genova, ecco i 4 «nodi» da sciogliere per la ricostruzione (di Alessandro Arona)
Via libera del Consiglio dei ministri al decreto Genova (più altre emergenze, quali Ischia e post-sisma in Centro Italia), ma con la formula “salvo intese”, cioè senza un testo concordato in dettaglio, che uscirà invece dal lavoro post-consiglio tra i capi di gabinetto. Sono stati in particolare rinviati i quattro nodi politicamente e giuridicamente più complessi, e cioè: chi farà il commissario straordinario, quali poteri avrà, se Autostrade per l'Italia sarà completamente esclusa dalla ricostruzione oppure no, a chi saranno affidati i lavori (direttamente a Fincantieri o con selezione di almeno 5 candidati)...continua a leggere »

VIDEO / Crollo Morandi: ecco nodi e contenuti del decreto Genova (di Nicoletta Cottone)

DOSSIER / GENOVA, TUTTO SUL CROLLO DEL PONTE MORANDI

Crollo del ponte di Genova, a Sampierdarena persi 2.500 container in un mese

Ponte Genova, senza una nuova viabilità la città rischia di perdere il 15% del Pil

VIDEO / Ponte Morandi: dal crollo al decreto Genova, la vicenda giorno per giorno (di Nicoletta Cottone)