La ‘ndrangheta ha delocalizzato l'arrivo di sostanze stupefacenti dal porto di Gioia Tauro verso i porti di Rotterdam e Anversa che vengono preferiti perché i loro sistemi di controllo sono più blandi”. Commentando per la prima volta l'operazione “Pollino” il presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra, parla a 24Mattino di Maria Latella e Oscar Giannino su Radio 24 dell'inchiesta che ha coinvolto in contemporanea: Italia, Olanda, Germania, Belgio e Sud America con 90 arresti coordinati dalla Procura di Reggio Calabria.
“È stata la prima operazione condotta con efficacia e con successo da vari organismi internazionali - ha dichiarato Nicola Morra -. Qualcosa si sta muovendo. Però mi lasci dire che in tante altre occasioni gli appelli rivolti dai magistrati italiani sono caduti nel vuoto. Ben venga un'Europa che voglia condividere questa lotta. Altrimenti si deve constatare che qualcuno, semplicemente per attrarre capitali, potrebbe accettare logiche che Stati democratici devono rifiutare. In questo caso, conclude il presidente dell'Antimafia, “non resterebbe che prenderne atto. E finisce là”