Il 20 settembre 2018, con 151 voti a favore, 93 contrari e due astenuti, l'Aula di palazzo Madama ha convertito definitivamente in legge, senza modifiche rispetto alla seconda lettura, il “Milleproroghe”. Come sempre quando si tratta dei provvedimenti “omnibus” di rinvio, i contenuti sono molto articolati, e spaziano dalla conferma dell'autocertificazione per l'obbligo vaccinale, ai tempi di rimborso per i risparmiatori truffati dalle banche, allo slittamento al 2020 per il passaggio al mercato libero per le bollette luce e gas.

PER SAPERNE DI PIÙ
Dai vaccini ai risparmiatori truffati, il Milleproroghe è legge

Tagli alle periferie, dai Comuni stop alle relazioni istituzionali con il governo