Catania, 26 apr. (askanews) - "Leggevo l'intervista a Leonardo che chiedeva la sospensione della partita dell'altra sera per qualche coro di qualche imbecille. I cori di qualche imbecille non vengono sospesi alla sospensione delle partite ma dal 99% dei tifosi che sono educati e rispettosi". Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini, stamani a Motta Sant'Anastasia per un comizio elettorale, rispondendo a chi gli chiedeva un commento sull'eliminazione del Milan dalla coppa Italia.

"Che un dirigente di una squadra prestigiosa come il Milan si attacchi alla sospensione delle partite e faccia polemiche con gli arbitri, da tifoso, da italiano e ministro mi sembra bizzarro".

Quindi Salvini ha aggiunto: "Non è competenza del ministro dell'interno decidere chi sarà l'allenatore del Milan. Da tifoso mi piacerebbe che mio figlio, che oggi ha 16 anni, vedesse vincere qualcosa al Milan prima della pensione.

Salvini, ironizzando con un cronista ha confermato di essere "una testa di calcio".