L’economia globale rallenta ma non siamo in recessione. L’Europa è il continente che presenta ancora troppe incertezze, mentre Stati Uniti e mercati emergenti possono rappresentare ancora opportunità interessanti di acquisto. La Cina cresce ancora, anche se ha rallentato e l’America beneficerà della riforma fiscale, della politica monetaria accomodante e delle riforme strutturali. A Trading, ne parla Pierluigi Ansuinelli, portfolio manager Franklin Templeton.