Italia

Manovra, pressing Ue sull'Italia: ecco le prossime tappe

di Nicoletta Cottone

Bruxelles ha bocciato l'Italia: l'allarmante rapporto sul debito è il primo passo verso l'apertura di una procedura per debito eccessivo. La Commissione Ue trasmette il rapporto sul debito dell'Italia ai Paesi dell'Unione europea che devono dare una valutazione entro il 6 dicembre. Subito dopo Bruxelles può raccomandare l'apertura di una procedura per debito eccessivo. Il 22 gennaio l'Ecofin potrà decidere a maggioranza qualificata sulla richiesta di procedura. La Commissione entro 20 giorni può chiedere ai ministri delle Finanze di imporre all'Italia un deposito dello 0,2% del Pil. I ministri decidono in 10 giorni. Fra aprile e luglio la Commissione illustra il piano di risanamento che prevede report trimestrali o semestrali. La Commissione può proporre sanzioni pari allo 0,2% del Pil e la sospensione di impegni e pagamenti dei fondi strutturali. Fino allo 0,5% del Pil in caso di ulteriore inosservanza.
PER SAPERNE DI PIÙ
La Ue boccia la manovra dell'Italia: verso la procedura d'infrazione sul debito

Come funziona la procedura Ue per debito: tempi stretti e correzioni pesanti dei conti

Manovra, bocciatura sui decimali o sulle politiche?
Riproduzione riservata ©
loading...