Patrizia Ghiazza, una delle sette donne manager che hanno organizzato la manifestazione per la Tav, spiega perché adesso vogliono rivolgersi al Presidente della Repubblica