MORNING CALL

La politica non può ignorare la finanza perché la finanza non ignora la politica

di Rosalba Reggio

Mondi molto correlati, quelli della politica e della finanza. Lo spiega Franco Bruni, vice presidente dell'Ispi e docente di Economia monetaria internazionale all'Università Bocconi. “Gli investitori sanno – spiega Bruni - che le decisioni politiche influenzano l'economia e le performance dei mercati. La finanza reagisce a scelte politiche sbagliate disinvestendo anche se si stampa tanta moneta e la crisi finanziaria, inevitabilmente, diventa economica e alimenta nuovamente la crisi politica”. Molto è stato fatto, però, dopo l'ultima crisi finanziaria. Le banche hanno più capitale, il rischio sistemico è sotto osservazione, ci sono più controlli, c'è più coordinamento internazionale nella vigilanza finanziaria, i contratti complessi sono meglio regolati, è stato introdotto il principio del bail in che nega il salvataggio a chi è insolvente e ai suoi creditori e riduce il rischio che il cittadino debba pagare per imprudenze di altri.
Riproduzione riservata ©
loading...