Garante Infanzia, per pari diritti modificare linguaggio e scuola