L'osservatorio università Bocconi/Unicredit raccoglie ed elabora i dati delle imprese italiane che fatturano più di 20 mln di euro. Il 65% di queste, è familiare. Analizzando i numeri, si scopre che negli ultimi 10 anni le aziende familiari hanno avuto una performance superiore a quelle non familiari. La successione generazionale, dunque, non peggiora le performance. Dato positivo, alla luce del fatto che dal 2007 ad oggi, in media, ogni anno, il 2% delle imprese ha avuto un cambio generazionale: cioè circa 3400 passaggi. Nel tempo è cresciuto il numero di aziende che ha leader familiari con più di 70 anni, elemento negativo, perché queste imprese hanno performance di crescita inferiore rispetto a quelle con leader under 50. Ma qual è la struttura che garantisce le migliori performance? Ce ne parla Carlo Salvato, docente di Strategia aziendale all'università Bocconi.