Italia

Immersioni marine per i ragazzi ciechi, ecco il progetto "Searen"

  • 01:27

Napoli, 3 giu. (askanews) - Far vivere le emozioni delle immersioni in mare a ragazzi ciechi e ipovedenti. È il progetto sostenuto dal Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio e dalla Real Casa di Borbone che ha permesso a ragazzi non vedenti dell'Istituto Paolo Colosimo di Napoli di partecipare a immersioni in acqua. A seguire con emozione il progetto intitolato "Searen, con gli occhi di Parthenope", il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro e Capo della Real Casa.

"Sono molto felice che l'Ordine Costantiniano di San Giorgio - ha detto Carlo di Borbone delle Due Sicilie - possa appoggiare questa associazione perché dà la possibilità ai disabili, ai non vedenti, di avere sensazioni sott'acqua e soprattutto riguarda l'ambiente, il mare, e trovo che sia una bella idea e li ho visti molto felici, contenti".

Le emozioni di un ragazzo non vedente: "È molto particolare percepire la vastità del mare, una cosa che in piscina non riesci a percepire. Pensi solo a te stesso, è una cosa bellissima".

Carlo Molino, presidente di Vivere per Amare: "Che cosa si è voluto fare con Searen? Portare sott'acqua i ragazzi disabili. Scenderanno a conoscere Baia sommersa, grazie anche alle attrezzature donate dall'Ordine Costantiniano"

Riproduzione riservata ©
loading...