Dal 2012, anno in cui il distacco di due blocchi di pietra dalle facciate indicava uno stato di manutenzione pessimo dell'edificio, al 2019, anno in cui sarà ultimato il progetto di digitalizzazione del monumento. La Reggia di Caserta è un esempio di buona amministrazione dei fondi europei. Dal Programma operativo interregionale “Attrattori culturali, naturali e turismo” sono arrivati 15 milioni di euro dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale 2007-2013 per il restauro profondo di 75.000 metri quadrati di superficie. Un milione di euro invece è il finanziamento nella programmazione 2014-2020 per il progetto “Reggia di Caserta in digitale: una piattaforma aperta al mondo”. Copertura wi-fi gratuita per interni e cortili, aggiornamento dei sistemi informatici necessari per la gestione del monumento. Allestimento di un “Welcome Center Digitale” per i visitatori e di una banca dati relativa a tutto ciò che riguarda la Reggia. Si sta creando una versione virtuale della biblioteca del palazzo e un team di esperti sta studiando nuovi tipi di visite turistiche, con lo scopo di rendere interattivo il percorso all'interno della Reggia grazie alla realtà aumentata.