Firenze, 19 feb. (askanews) - "Le prossime mosse sono quelle dello studio degli atti del fascicolo. Dopodiché aspetteremo la fissazione dell'interrogatorio di garanzia che dovrebbe essere tra venerdì e massimo martedì". Lo ha detto l'avvocato Federico Bagattini che assiste Tiziano Renzi e Laura Bovoli, parlando della misura degli arresti domiciliari per l'inchiesta Eventi 6. "Ci presenteremo davanti al giudice per confutare le accuse che sono state rivolte", agigungendo che "può darsi che non ci sarà necessità" di fare ricorso contro i domiciliari.

"Non voglio discutere del merito del provvedimento sotto il profilo degli indizi di colpevolezza, anche se c'è tanto da dire e da confutare, ma non si può in una fattispecie di questo genere mettere due persone, che non sono oltretutto neanche dei ragazzini, agli arresti domiciliari. Non riesco a comprenderlo", ha sottolineato. "La misura che in questi casi può essere più efficace poteva essere semmai quella interdittiva rispetto all'attività imprenditoriale".