Roma, (askanews) - Oltre 140.000 paia di scarpe "Nike" contraffatte sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza di Roma nell area industriale di Anagni, dove è stato messo sotto sequestro una sorta di centro di stoccaggio di prodotti contraffatti. Denunciato, inoltre, per "contraffazione" e "ricettazione" un cittadino cinese.

Tutto è iniziato casualmente poco tempo fa, quando i Finanzieri del Gruppo di Tivoli nella zona di Guidonia avevano ispezionato un furgone guidato da un cittadino italiano e tra la merce trasportata avevano notato numerose paia di scarpe di uno sconosciuto brand cinese, che richiamava il modello delle scarpe Nike "Air Max".

I militari sono così arrivati al capannone situato nella zona dei depositi ferroviari di Anagni, in provincia di Frosinone, circa 5000 mq, dove sono state sequestrate le 140.000 paia di scarpe che riproducevano il form factor di diversi modelli del marchio Nike per un valore stimato di circa 3 milioni di euro.