Milano (askanews) - Gli utenti non crescono, le condivisioni diminuiscono. Facebook si ritrova a fare i conti alla fine del trimestre con risultati sotto le aspettative che hanno provocato un crollo record a Wall Street per il social network. Il titolo è arrivato a cedere fino al 24%.

I ricavi sono comunque in rialzo, +42% ma sotto le stime, così come il numero degli utenti attivi nel mondo: ogni giorno sono stati pari a 1,47 miliardi (+11% annuo) ma gli analisti ne prevedevano 1,49.

Facebook è nel mezzo di un periodo complicato: dallo scandalo di Cambridge Analytica agli investimenti che Facebook dovrà fare proprio per mettersi in regola con le nuove norme europee sulla salvaguardia dei dati degli utenti e che incideranno sulla crescita.