La prima pagina di oggi
Leggi fino al 30/9 a soli 9,90 €Prima ti abboni, più leggi, più risparmiAbbonati

Italia

Dopo la lettera Ue, tutte le prossime tappe dello scontro Roma-Bruxelles

di Andrea Carli e Andrea Marini

La Commissione Ue ha inviato a Roma il 29 maggio una lettera chiedendo al governo italiano chiarimenti sul debito eccessivo. Un “warning” che potrebbe preludere all'apertura nei confronti dell'Italia di una procedura d'infrazione. Tre sono le istituzioni coinvolte che metteranno sotto osservazione l'Italia: Commissione Ue, Ecofin (vale a dire i ministri dell'Economia della Ue) e, forse, anche il Consiglio europeo (i capi di stato e di governo Ue). Con scadenze serrate da qui all'inizio della pausa estiva
PER SAPERNE DI PIÙ
Sforzi insufficienti sul debito: cosa accade dopo la lettera di Bruxelles

Tria: possibile deficit 2019 sotto 2,4%, senza manovra bis

Debito Italia, arrivata la lettera Ue. Chiesti chiarimenti entro venerdì

Riproduzione riservata ©
loading...