Milano (askanews) - Fabiano Antoniani, per tutti Dj Fabo, è in Svizzera per effettuare le visite per confermare o meno la possibilità di essere assistito dai medici nella morte volontaria. Il 39enne, tetraplegico e cieco dopo un incidente, ha parlato dalla Svizzera attraverso un video postato tramite l'associazione Luca Coscioni che lo sta seguendo nella sua battaglia per una legge sull'eutanasia.

"Sono finalmente arrivato in Svizzera con le mie forze, purtroppo, e non con l'aiuto del mio Stato. Volevo ringraziare una persona che ha potuto sollevarmi da questo inferno di dolore: Marco Cappato"

--------------

Marco Cappato, dell'associazione Coscioni, che sostiene l'eutanasia legale e la campagna Fabolibero ha accompagnato Antoniani in Svizzera. "Se le sue condizioni saranno considerate come condizioni che gli consentono di accedere a questa possibilità e se Fabiano confermerà la richiesta di assistenza medica alla morte volontaria potrà poi successivamente, quando lo vorrà, ottenere questo tipo di aiuto".

"Un tipo di aiuto e di assistenza - conclude Cappato - che dovrebbe essere riconosciuta a tutti i cittadini ovunque, invece di condannare e costringere le persone a questa sorta di esilio della morte, che ritengo debba essere al più presto superato".