Roma (askanews) - "La stima di crescita ci sarà e non vogliamo andare a rivedere i termini della manovra perché quella stima è esatta". Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio a margine di un tavolo sulle aree di crisi al Ministero dello Sviluppo economico. "Perché - ha aggiunto - non ci sono troppe spese in questa legge di bilancio, ci sono tanti tagli alle cose inutili".

Di Maio ha ricordato che "noi andiamo a chiedere 4 miliardi di euro a banche e assicurazioni che per anni hanno preso decine di miliardi di euro dai soldi degli italiani, andiamo a tagliare mezzo miliardo di euro dalla spesa militare, tagliamo un miliardo dalla spesa improduttiva, un miliardo in tre anni dalle pensioni d'oro e abbiamo appena tagliato i vitalizi alla Camera e al Senato".