La crescita quasi piatta certificata dal Def varato da Palazzo Chigi porta il debito tendenziale al 132,8% del Pil. I numeri del Documento di economia e finanza certificano un quadro drasticamente cambiato rispetto a 3 mesi fa. Il Pil tendenziale si ferma quest'anno a +0,1% e punta nei programmi a un +0,2% contando sulla spinta di sblocca-cantieri e decreto crescita. Deficit in rialzo al 2,4%. Sulla flat tax dopo il vertice fra il premier Conte, Tria e i due vicepremier Salvini e Di Maio prima del Cdm, il testo entrato con due aliquote a 15 e 20% è uscito senza numeri specifici, ma con la volontà di riduzioni fiscali per il ceto medio. Al termine una nota di Palazzo Chigi rivendica la «conferma dei programmi di governo: nessuna nuova tassa, né manovra correttiva».

PER SAPERNE DI PIÙ
Nuovo Def, il super debito al 132,8% del Pil blocca gli spazi di crescita