Genova, (askanews) - Sono soltanto 18 le vittime su 38 finora accertate della tragedia del ponte Morandi per le quali si celebreranno domani i funerali di Stato nel padiglione Blu della Fiera di Genova. Delle 18 vittime 7 sono di nazionalità straniera (3 francesi, 2 cileni e 2 albanesi) e alcune di religione mussulmana per cui oltre al Cardinale Bagnasco che officerà la messa, sarà presente anche un Imam. I familiari delle altre 20 vittime, fra cui i quattro ragazzi di Torre del Greco, hanno deciso di celebrare i funerali nei rispettivi paesi di origine.

"Non vogliamo dare nessuna interpretazione sulla scelta fatta dalle famiglie che hanno deciso di celebrare i funerali in forma privata. Domani vuole essere un momento di raccoglimento della città. Poi le autorità faranno le indagini necessarie e Genova cercherà di ripartire, sono sicuro che con l'aiuto del governo ci riusciremo", ha dichiarato Matteo Campora, assessore all'Ambiente e ai Servizi Civici del Comune di Genova.

I funerali inizieranno alle 11.30 alla presenza delle più alte cariche dello Stato: il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, i presidenti del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, della Camera, Roberto Fico e della Corte Costituzionale, Giorgio Lattanzi. I posti a sedere all'interno saranno 1.500 a fronte di una capienza di 3mila persone, mentre all'esterno sono previste fino a 4mila persone che potranno seguire le esequie da appositi schermi. Accanto a ogni feretro è previsto uno spazio per i famigliari più stretti.