Genova, 24 set. (askanews) - "Spero che la situazione si sani al più presto, che il decreto Genova arrivi al Quirinale nelle forme e nei modi concordati nella riunione della settimana scorsa con il primo ministro Conte e che poi si possa passare a discutere concretamente con il commissario di cosa fare attorno a quel ponte perché stiamo perdendo tempo. L'unica cosa che non è consentita a nessuno è giocare con il tempo e la pelle dei genovesi e dei liguri".àLo ha detto il governatore della Liguria e commissario per l'emergenza di Ponte Morandi, Giovanni Toti, parlando del decreto Genova al termine della visita al Salone Nautico del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

"Pochi minuti fa - ha spiegato Toti - il presidente Mattarella ha confermato che non ha ancora avuto notizia del decreto. Ormai sono passati 40 giorni, si moltiplicano le indiscrezioni, sia sui contenuti che sui nomi degli eventuali commissari. Francamente tutto questo parlare intorno a un decreto di cui non c'è ancora traccia - ha concluso il governatore ligure - mi sembra una cosa inquietante".